Lo sviluppo immobiliare di questo particolare lotto posto tra due livelli di strade sul declivio sopra Stresa è stato impostato con due abitazioni affiancate e sviluppate in verticale. Il linguaggio architettonico ha ricercato l’utilizzo di alcuni archetipi locali quali i muri in pietra a spacco, il tetto a falda con struttura in legno a vista e il laterizio a nido d’ape,  in una composizione di volumi e con una distribuzione interna contemporanei.